IT EN
In viaggio con Adele

La stoffa dei Sogni

Il Flauto Magico di Piazza Vittorio

Sinossi


La stoffa dei sogni racconta le vicissitudini di una modesta “compagnia di teatranti” che naufragano insieme a dei pericolosi camorristi sulle coste di un’isola in mezzo al mediterraneo. Non in un’isola qualunque, ma all’Asinara, un’isola-carcere in mezzo al mediterraneo. E’ il primissimo dopoguerra e per il Direttore dell’isola-carcere è impossibile distinguere i pericolosi camorristi dai teatranti. Il Direttore cova un forte odio verso il teatro perché è stato abbandonato dalla moglie attrice, e si è auto-esiliato con la figlia appena adolescente a dirigere l’isola-carcere. Il Direttore trova così l’occasione per la sua vendetta: costringere tutti i naufraghi a mettere in scena una commedia, che gli svelerà la differenza tra il vero e il falso, tra chi è attore e chi no, e riuscirà così a smascherare i camorristi/naufraghi che si confondono con gli scalcinati attori nella speranza di sfuggire alla prigione. Da queste premesse si sviluppa una commedia piena di colpi di scena, che “deriva” direttamente da La Tempesta di W. Shakespeare e dall’Arte della Commedia di Eduardo De Filippo, ambientata nello splendido scenario incontaminato dell’isola dell’Asinara. Il centro di tutto è il Teatro, il teatro universale del mondo. Attraverso le picaresche vicende della compagnia dei comici, improvvisamente cresciuta di numero per l’ingresso “abusivo” dei feroci camorristi, dalle prove nel carcere alla messa in scena della Tempesta di Shakespeare, dall’amore tra l’inquieta figlia del Direttore con il figlio del boss, alla figura dolorosa di Calibano, unico abitante superstite di un’isola “occupata” dal carcere, si dipana, per assonanze, il tema profondo dello specchiarsi dell’arte nella vita reale, della necessità dell’arte nella vita dell’uomo; e viene alla luce la linea narrativa più profonda che tratta il tema universale della colpa, della vendetta, del riscatto e del perdono.

Cast

Sceneggiatura Gianfranco Cabiddu – Ugo Chiti – Salvatore de Mola con la collaborazione di Francesco Marino

liberamente ispirato a L’arte della Commedia di Eduardo De Filippo e alla sua traduzione de La Tempesta di William Shakespeare

Regia: Gianfranco Cabiddu

Produzione: Isabella Cocuzza & Arturo Paglia per Paco Cinematografica

Co-produzione: White Pictures (Francia)

Pre apertura Festa del Cinema di Roma 2015

Vincitore del David di Donatello 2017 per la Migliore Sceneggiatura Adattata

Clip del Film:

“I naufraghi si ritrovano”: https://youtu.be/O0U5GlAlAPM

“Don Vincenzo è il Re di Napoli”: https://youtu.be/7rcO3-Incys

 

Cast artistico:

Sergio Rubini

Ennio Fantastichini

Renato Carpentieri

Teresa Saponangelo

Francesco Di Leva

Ciro Petrone

Gaia Bellugi

Nicola Di Pinto

Vanni Fois

Giampaolo Loddo

Jacopo Cullin

e per la prima volta sullo schermo Anna Paglia

Cast tecnico:

Direttore della fotografia Vincenzo Carpineta

Scenografia Livia Borgognoni

Costumi Beatrice Giannini Elisabetta Antico

Montaggio Alessio Doglione

Musiche Franco Piersanti

Distribuzione  Microcinema – dal 1 Dicembre 2016